Cerca nel blog

martedì 14 giugno 2016

SONNO E VEGLIA







Sonno e veglia

Piano la notte
s'avvicina.
Un'onda gelida
inghiotte
l'immagine perfetta dell'uomo.
Il corpo s'abbatte
su neri scogli.
Una voce roca
urla il suo dolore
nelle tenebre.
Piano si spengono
i passi della giovinezza.
L'anima sospira nel sonno.
Il vento trasforma i sogni
in attimi reali,
e spira impetuoso
tra piante spezzate.
Bosco antico
abitato da ombre spaesate
Gettata è la maschera,
frantumata la effimera corazza.
Il corpo è nudo come quello di un bimbo.