Cerca nel blog

domenica 2 ottobre 2016

ONDE DI UN MARE IN TEMPESTA











Onde di un mare
In tempesta
Gettano lacrime
Di sale
Alla finestra.
Le mie labbra
Hanno
Il sapore acre
Di salsedine.
La notte
È trascorsa insonne.
Il mio desiderio
Ha vagabondato
Come un ubriaco
Tra le gelide strade.
Le distanze
Sono chilometri di sogno,
la nostra fragile forza
è l’anima
con cui ci rincorriamo
tra le dune
di un deserto infuocato.
Siamo naufraghi
Di un oceano
Senza spazio,
cuori che riposano
sulla spiaggia
della stessa solitudine.
Orme che seguono
Le stesse orme.
Siamo la zattera
Che si è arenata
Nella quiete
Di una immobile
Insenatura
Senza risacca.
Senza remi
Per non dover andare,
senza parole
per non dover ascoltare.