Cerca nel blog

mercoledì 28 gennaio 2015

UNA NOTTE A SAMARCANDA









" Solo una persona superficiale
può rimanere insensibile
di fronte alle sventure
che turbano la vita
dei propri simili,
perchè è immersa 
nel mondo delle proprie sofferenze "

Paramahansa Yogananda.

Esiste una ragione
per cui si è vivi.
E' il senso della propria vocazione,
smarrito e va recuperato.
Rintracciare la trama
della propria storia.
Viaggiare inconsapevole
in autostrada
ma essere fuori dai sentieri battuti.
Vivere episodi senza disegno.
Una simil vita
è una narrazione senza trama.
Tutta concentrata
su una figura centrale
che vaga nel deserto
di vissuti senza più linfa.
Sbagliai a non inserire
nella vita quel pizzico
di romanticismo in più
e con un piglio romanzesco.
Il Sogno di Samarcanda
è svanito.
La globalizzazione 
ci ha ucciso.
Beati i potenti
il cui premio
si estende sempre più.