Cerca nel blog

giovedì 29 gennaio 2015

VUOTO CONSAPEVOLE









Un tuffo 
nell'infinito mare del vuoto
Perdo lentamente
il mio spirito solido.
Spargo interminabili file
di freddi occhi .
Scrutano in me,
si avvolgono a spirali
intorno alle mie colpe.
Getto alle spalle illusioni
cerco ancora una mano amica.
Piango perchè
nessuno conosce il mio dolore.