Cerca nel blog

lunedì 18 maggio 2015

RITORNARE








Il silenzio
è una nave
a vele spiegate.
Quello sguardo
è una piaga dolorosa.
Quest'ora è vecchia,
tutte le barche 
sono partite.
Un palazzo in rovina,
il parco abbandonato.
Dalla fontana
nessun zampillo.
Nessuno dalla strada
alza più lo sguardo.
Ninfe che si sdraiano 
nude alla luna.
Quel silenzio m'opprime.
Erba fresca 
sotto i nudi piedi.
E' un porto senza navi
mai più ritornerò
in quei luoghi d'amore.