Cerca nel blog

mercoledì 22 luglio 2015

OCCHI AZZURRI







Angelo dagli occhi azzurri
e i lenti gesti, guardi le
tue mani poi le mie.
Chi ti ha inviato a me?

Messaggero di poesia?
Portatore di pace? Forse.
Sei indeciso se entrare,
ma sei già visibile.
Ma non oltrepassi la porta.
Innominabili peccati ti frenano?
Oltrepassa la soglia e spiega.
Non restarmi lontano.
Cosa aspetti sull'uscio 
della mia casa?
E' l'alba, e sono solo.
Cosa cerchi nel buio della stanza?
Sono solo e ho rivoltato gli specchi.
Entra e rifocillati.
La tua voce esce umile e incerta.
Povero mio ingenuo angelo!
Tutto quaggiù è vano...abbiamo
maschere ma l'egoismo umano
affiore sempre.
Sorridimi e non ti fermerò.
Angelo biondo, la casa 
dell'anima è bruciata.
Ora l'incendio è consumato.
Si è chiuso il cerchio, cessata è l'ansia.
Lasciami nelle stanze almeno 
il profumo del tuo amore.