Cerca nel blog

lunedì 5 settembre 2016

DIALOGO SURREALE.









Amore ,ho rammendato la camicia...
Ma come? E le tue unghie belle?
Son solo strappi,mica la mia vita!
Salo la salsa,sbuccio le cipolle
voglio ubbidirti...che devo cucire?
le tue unghie rosse dentro la mia pelle.
Così ferendoti,voglio ubbidire
parlo di cotiche di vini di purè...
t'ubbidisco ma mi voglio ferire
così m'invento un grande amore che non è
degno nemmeno d'una tua terzina.
Parliamo di Herzog di Leone di Carnè...,
non sono un falco,ho tutto del felino:
mi muovo sospettosa ed eccitante,
parli di Tasso del tuo Giacomino
e di Rolando,il cavaliere errante...
Senza cucire camice,senza amore
sono soltanto un bronzo risonante.