Cerca nel blog

venerdì 9 settembre 2016

GIOCHI DI PAROLE








Giochi di parole,
fili di odori forti
alle narici,
profumi di pelli
spalmate di creme solari.
Colori di limpida cromaticità,
emozioni di amori passati,
racchiusi dentro
cuori di bimbi
che giocano
a fare gli adulti.
Occhi sospesi
Su storie giovanili,
amori possibili,
amori già perduti.
Versi sussurrati
Sotto le stelle,
dentro
piccole e grandi storie
che già sono dietro
e sono a un “poteva essere”.
Giornate costellate di no,
di nostalgie,
pensieri vaghi,
voli senz’anima.
Vuoti a perdere.
Notte. Canto di grilli.
Tutti dormono,
russa la tv,
rimasta accesa.
Lampioni del viale
Che sognano,
alberi che tacciono.
Insonnia frequente.
E’ tutto un conteggio di pecore
Che fuggono
Per cercare spicchi di cielo
E libertà.
E mentre corrono
Cantano.